Pedagogia

NASCITA DI UNA ACCADEMIA - 2

Prosegue il mio informale viaggio nella storia della Civica Accademia d’Arte Drammatica Nico Pepe ed eccomi a condividere con voi il secondo capitolo di "Nascita di una Accademia". Dopo aver parlato con Claudio De Maglio, attuale direttore, eccomi a fare due chiacchiere amichevoli con Nicoletta Oscuro, uditrice prima, e poi ufficialmente allieva del primo corso della “nuova” gestione alla Nico Pepe. Nella foto è la servetta Elisabetta, ritratta al fianco di Ludovico (Massimo Somaglino) l'innamorato rivoluzionario con il quale facevano la rivoluzione in "La patria del Friuli", un canovaccio di commedia dell'arte messo in scena con la regia di Eugenio Allegri.
Ma andiamo per ordine, e chiediamo a Nicoletta di raccontarci meglio, anche se ho scelto di non dare un normale ordine alla pubblicazione delle interviste: saltellerò da un testimone all’altro senza dare alla sequenza, nessun valore di importanza. Un ordine “segreto” in realtà c’è: a chi ha un emisfero sinistro dominante l’arduo compito di scoprirlo.

:-)-;

continua...

Video di Nico Pepe: how to make PANTALONE

Nico Pepe e PantaloneCorreva l’anno 1924, l’Italia non aveva ancora avuto una grande enciclopedia universale, se non per rifacimenti e adattamenti di opere straniere, ma fu allora che l'imprenditore tessile Giovanni Treccani «venne avvicinato dagli amici Ferdinando Martini e Bonaldo Stringher che, conoscendo il suo mecenatismo, (...) gli proposero la pubblicazione di una grande enciclopedia italiana». Il Treccani accolse con entusiasmo la proposta che portò alla nascita della famosa Enciclopedia Italiana di scienze, lettere ed arti, ma poi arrivò il 1945 e dall’intuizione di Silvio D’amico nacque l’idea di una enciclopedia dello spettacolo con un primo progetto in quattro volumi e dedicato inizialmente al solo teatro.

L’opera del D’amico affrontò un po’ di traversie e cambiamenti vedendo finalmente la pubblicazione a partire dal 1954 con nove volumi usciti annualmente fino al 1965. L’Enciclopedia dello spettacolo si estende per oltre 18.000 pagine, con migliaia di illustrazioni (700 illustrazioni nel testo, 1800 fuori testo, 320 tavole a colori) comprensive di ritratti di scena, locandine e immagini di manifesti, anche a piena pagina. All'opera collaborarono circa 200 studiosi italiani e quasi 400 stranieri. La prima tiratura di 10.000 copie fu seguita da un'unica ristampa di ulteriori 5.000 copie.

Uno dei collaboratori fu anche il nostro magnifico Nico Pepe, protagonista del (rarissimo) video che pubblico e che ho trovato grazie all’amico Lorenzo Mucci, insegnate di storia del teatro alla Civica Accademia d’Arte Drammatica Nico Pepe di Udine.
Per introdurre il video quindi, quali migliori (anche se un po’ datate) parole delle due voci enciclopediche PANTALONE e PEPE Nico della mitica Enciclopedia dello spettacolo?
Spendete un po’ di tempo a leggerle e a vedere il rarissimo video realizzato dal Centro Maschere e Strutture Gestuali che tanto… paga Pantalone!*

continua...

NASCITA DI UNA ACCADEMIA - 1

Nel mezzo del cammin di nostra vita, quando la soglia dei 40 anni si avvicina oramai incombente, succede che ti ritrovi più spesso di prima a fare cose come voltarti indietro, aprire vecchi album, cercare compagni delle elementari su Facebook per organizzare una bella cena di classe. A dire il vero io sono un nostalgico fin dalla tenera età, quindi non mi preoccupo troppo di questi "acciacchi" malinconici, e sono sempre stato convinto, senza scomodare il buon Cicerone del De Oratore, che per guidare bene è assolutamente necessario regolare correttamente gli specchietti retrovisori e saper buttare lo sguardo al passato. Questo ovviamente senza perdere di vista la lunga strada che ancora ci si apre dinnanzi.

Da tutto questo nasce il mio piccolo progetto "Nascita di una Accademia": una serie di amichevoli interviste a quelli che potremmo definire i "personaggi" dello spettacolo che ha come protagonista la Civica Accademia d'Arte Drammatica Nico Pepe di Udine.
Spero possa essere utile e di gradimento non solo a me, ma a chiunque abbia la voglia di leggere le mie interviste.

Quindi cominciamo alla grande con uno dei ruoli principali della pièce, l'illustrissimo ac reverendissimo direttore Claudio de Maglio! Specchietti ben regolati, casco allacciato e luci accese anche di giorno!

:-)-;

continua...

Pagine