News

VIA HERMADA strada privata - STUDIO

VIA HERMADA strada privata

di Renato Sarti
con la consulenza di Fabio e Roberto Todero
e dell’IRSML - Istituto regionale per la storia del movimento di liberazione nel Friuli-Venezia Giulia
prova aperta con Alex Cendron e Valentino Mannias
regia Renato Sarti
Si ringrazia il Festival dei Tacchi

Durante la Prima Guerra Mondiale bombe di 287 kg provocavano crateri di 8 metri di larghezza e profondità, uccidevano nel raggio di 400 metri e avevano una gittata di oltre 12 chilometri.

L’Hermada e il San Michele sono due piccole montagne situate rispettivamente nei pressi di Monfalcone e Gorizia, distanti in linea d’aria poco più di 10 chilometri, a un tiro di mortaio. Oggi come allora si guardano in faccia e a modo loro, forse, riescono a parlarsi. Il San Michele fu conquistato grazie all’apporto fondamentale della Brigata Sassari, mentre quella che era definita “la porta di Trieste”, ossia l’Hermada, nonostante il sacrificio di centinaia di migliaia di vite umane, non fu mai conquistata dagli italiani. Renato Sarti, fondatore del Teatro della Cooperativa, che il Fato ha voluto si trovasse proprio in via Hermada, una strada privata del quartiere Niguarda, ha sentito il centenario della Prima Guerra Mondiale come una sorta di doverosa “chiamata” per ricordare le vicende emblematiche di due montagne che sono state accomunate da un’immane tragedia e da spaventose atrocità.

 

@Teatro della CooperativaVia Privata Hermada, 8, 20162 Milano domanica 24 maggio ore 20.45

 

 

Pagine